elephant_castle (elephant_castle) wrote in visioni_estasi,
elephant_castle
elephant_castle
visioni_estasi

I bari di Michelangelo Merisi da Caravaggio

...
Era un'altra tela orizzontale, da mezza figura, su cui dipinse tre personaggi in primo piano, con vivi8di dettagli di vita popolare, ma con il medesimo sguardo per l'ingenua bellezza giovanile. Bellori lo definì
"un altro degno dell'istessa lode [...] disposto in tre mezze figure ad un giuoco di carte. finsevi un giovinetto semplice con le carte in mano, ed è una teste ben ritratta dal vivo in abito oscuro, e di rincontro a lui si volge in profilo un giovane fraudolente, appoggiato con una mano su la tavole del giuoco, e con l'altra dietro si cava una carta falsa dalla cinta, mentre il terzo vicino al giovinetto guarda li punti delle carte, e con tre dita della mano li palesa al compagno, il quale nel piegarsi su'l tavolino espone la spalla al lume in giubbone giallo listato di fascie nere, né finto è il colore dell'imitazione.

i Bari erano un altro salto di qualità, dalle due alle tre figure e a un gioco tridimensionale di più complessa costruzione attorno al tavolo dei giocatori di carte. qui, inoltre, le ambiguità dell'innocenza raggirata erano distribuite in un triangolo di asguardi. Il ragazzo dalla pelle morbida, nel suo lucido e nerastro abito prugna da cui spuntavano i polsini e il colletto di pizzo, con il suo scuro cappello a piume tirato all'indietro sul volto pallido, era pericolosamente assorto, immerso nel gioco, un innocente bianco latte che pensava che la gente giocasse attenendosi alle regole. L'uomo barbuto, dal volto segnato e atteggiato quasi a una smorfia che spiava da sopra la sua spalla, l'aria di un soldato che si riposasse fra una guerra e l'altra, con i suoi guanti apparentemente scompagnati, strappati sulle punte delle dita, era quasi una caricatura, un personaggio di Ben Jonson. Il vertice del triangolo era il ragazzo in primo piano a destra, con un occhio al gonzo e un altro al suo più anziano complice. la figura chiave era lui, audacemente presentato di schiena, piegato in avanti verso il piano pittorico in un abito sgargiante ma trasandato, con un meraviglioso pennacchio che gli sventolava dal cappello. Del suo volto si vedeva quel tanto che bastava per rendersi conto che anche lui, in un certo senso, con i suoi occhi spalancati, e la bocca aperta, era un innocente, preoccupato, non sicuro di farcela a portare a termine l'imbroglio con quella carta che si sfilava dalla cintura con una mano dalle unghie sporche. Era in bilico tra gli altri due nel gioco di forze del quadro, aggressore ma vulnerabile, quello che avrebbe potuto rovinare tutto, centro focale del dramma sessuale del dipinto. Se c'era un ragazzo ingenuo, qui, che veniva raggirato, ce n'era un altro che veniva corrotto dal più vecchio.
C'è in questo dipinto un instabile trio tutto maschile che, da un momento all'altro, sarebbe potuto esplodere in violenza. Le carte, i dadi, il bossolo, il tric trac già sporgente dal bordo anteriore del tavolo, erano forse sul punto di volare via. Come sarebbe potuto andare a finire era implicito nello scuro, lungo pugnale, l'oggetto più vicino allo spettatore, arma disadorna dall'impugnatura minacciosamente predisposta per premervi le dita, che cadeva lungo le natiche del giovane baro chinato in avanti sul tavolo, splendidamente rivestite a fasce diagonali d'oro e seta di Borgogna, e che forse l'abate Bellori aveva in mente quando parlò della spalla un po' meno eclatante del giovane.

Fu questo il quadro che cambiò la vita di Michelangelo. Fu così ammirato e imitato che ne restano oltre 50 copie e varianti realizzate da altri pittori.


tratto da M, l'enigma caravaggio di Peter Robb
Ottimo libro, l'ho preso al volo non appena ho capito che trattava la figura di Merisi in maniera storica, non romanzata. bellissime le descrizioni di vita di roma e milano nel '500.

I bari si trova a Forth Worth, kimbell art museum, texas.















foto tratte da un catalogo dell'electa
  • Post a new comment

    Error

    Anonymous comments are disabled in this journal

    default userpic

    Your IP address will be recorded 

  • 10 comments
vabbè, sul quadro che si può dire? niente. Si tace e si ammira.

Il libro l'ho letto anch'io, ma ho avuto una sensazione leggermente diversa dalla tua: senza nulla togliere alla validità del libro, che mi è piaciuto, forse l'avrei voluto un pochetto più 'scientifico', più rigoroso, ma credo sia una caratteristica delle biografie scritte dagli americani. E' un mio problòema con il loro stile. :-)
più rigoroso dici?!!! mhhh interessante. ci devo riflettere un po'. io in realtà non leggo molte biografie, odio quando trovo quelle romanzate. ne avevo una tra le mani in cui Caravaggio parlava in prima persona. terribile, ne ho letto solo una riga.
io mi sto appassionando alle descrizioni sulla vita di fine 500. faccio paragoni con la società attuale, vengono fuori delle cose assurde nella mia mente.
magari trascriverò qualche pezzo.
ciao :)
no dai, una roba con caravaggio che parla in prima persona non si può sopportare :-)

> mi sto appassionando alle descrizioni sulla vita di fine 500.

ti capisco :-)
centro focale del dramma sessuale del dipinto. Se c'era un ragazzo ingenuo, qui, che veniva raggirato, ce n'era un altro che veniva corrotto dal più vecchio.

Questa interpretazione non la sapevo!
mah vabbè, ammetto che su questo punto ho storto la bocca. sta sessualità la vedono ovunque!!!
;))
"dramma sessuale del dipinto" ehhhhhhhhhhhh!!!!!
ah, ecco, dicevo io...
;-)
io mi sono persa nel guanto bucato che la dice lunga.
io sul pugnale, sulla mano sinistra del baro vecchio che spunta là sotto e sul gioco da tavolo in bilico. particolare, quest'ultimo, che non ricordavo.
:)
Scopro che lo conoscevo questo quadro! Mi ha sempre colpito il volto del tizio che spia alle spalle del ragazzo per non parlare dei dettagli della sua veste...
sembra di esserci là in mezzo. l'espressione del baro giovane, con la bocca aperta, fantastica.
ha più di 400 anni questo quadro :OO
pagherei per vivere un giorno in quell'epoca, vestiti in quel modo...:D